Il ciliegio dei Colli Berici (video)

Il ciliegio allo stato selvatico è un albero che può raggiungere gli 8-10 metri di altezza, ed è tipico dei boschi collinari. La sua bellezza nel periodo della fioritura attira lo sguardo e toglie il fiato: nuvole bianche dense di petali avvolgono il bruno dei rami. Le ciliegie, frutto irresistibile, fanno parte della dieta umana da tempi remoti.
La presenza dei ciliegi e di altre colture come la vite sui Colli Berici, crea paesaggi rurali caratteristici, piacevoli da guardare, e da vivere.
Sui Colli Berici si possono individuare due zone produttive, ciascuna con le proprie particolarità.

La bella Mora di Castegnero

Castegnero spicca come centro produttivo di ciliegie per il fatto di vantare una lunga tradizione e di coltivare anche una varietà specifica, detta Mora di Castegnero, nella fascia tra la pianura e i versanti del monte Castellaro.
La fioritura dell’albero è fitta e il frutto, dalla polpa tenera e scura, offre un elevato tenore zuccherino. La sua maturazione è precoce, favorita da un terreno roccioso e in notevole pendenza che permette un’intensa esposizione dei frutteti.

A Sarego e Meledo è coltivata la Mora di Cazzano

Nei centri di Sarego e nella frazione di Meledo viene coltivata la varietà di ciliegie denominata Mora di Cazzano, soprannominata anche Durone di Verona.
La coltura avviene su terreni che hanno la caratteristica di essere più profondi e una pendenza minore. Questo, unito ad un’esposizione minore dei frutteti, determina una maturazione più tardiva del frutto.

Se il video non parte puoi guardarlo su Youtube cliccando qui: Ciliegi di Castegnero

© foto e video G. Sgreva
Colli Berici. Agriturismo Colli Berici. Agriturismi Colli Berici. Trattorie Colli Berici. Sentieri Colli Berici. Colli di Vicenza. I Colli di Vicenza. Cantine Colli Berici. Ristoranti Colli Berici.

Logo L'aziendina creativa

Condividi con i tuoi amici

    I commenti sono chiusi.