Paesi dei Colli Berici, NANTO

Breve storia di Nanto.

Il nome.

L’ipotesi più leggendaria sulle origini del nome di Nanto è quella che fa supporre l’antica esistenza, in questo territorio, di una vera e propria città nell’epoca romana: Nantona.
Una teoria affascinante. Tuttavia, è più concreta la probabilità che il nome derivi da parole in uso ai popoli che nei secoli hanno abitato questa terra e questi colli.
I celti, ad esempio, utilizzavano il termine naut  per indicare un ‘ruscello’ e nantu per indicare una valle ‘valle’. Nanth è anche un nome proprio dell’antica lingua germanica.
La prima volta che appare citato il toponimo odierno è nell’anno 1023, in un documento con il quale l’imperatore Corrado II concedeva Nanto alla Chiesa vicentina.

Le origini: Nanto abitata da più di 10.000 anni

Il territorio di Nanto risulta essere stato abitato fin da epoche remote. Nella Grotta di Trene, un antico covolo fortificato nel medioevo, sono stati rilevati reperti che fanno risalire la presenza umana al periodo paleolitico (da 10.000 a 2.5 milioni di anni fa).
Diverse anche le tracce della presenza di insediamenti nell’epoca romana, periodo in cui il luogo era probabilmente conosciuto per le cave di  pietra tenera bianca.

Storia: dal castello che non c’è più alle guerre

Nel XII secolo a Nanto esisteva un castello feudale che andò distrutto ai tempi di Ezzelino da Romano. Non fu mai più ricostruito.
La posizione geografica ha reso Nanto, e la sua popolazione, protagonista di molte guerre: quelle tra Ezzelino e i guelfi padovani, tra Vicenza e Padova, tra la Serenissima Repubblica e la “Lega di Cambrai“. Nel 1313 Nanto fu depredata e incendiata dai padovani e nel decennio 1320-30 subì gravi danni durante le lotte tra gli stessi  padovani e i veronesi.
Nei secoli successivi seguì le sorti di Vicenza e il mutare dei tempi dell’area.

Prodotti e attività tipiche

Il territorio collinare di Nanto offre delle caratteristiche ideali per la coltivazione di vite e olivi, antica di molti secoli in questo territorio.  Vi sono diverse cantine e frantoi che producono vini DOC e olii DOP.
A Nanto sono stati riconosciuti anche prodotti peculiari e specifici con Denominazione Comunale (De.Co.):

  • Vino Rosso SIRAH di Nanto
  • Tartufo Scorzone di Nanto
  • Olio Extravergine di Oliva di Nanto.

Di particolare valore ed importanza come in altre aree dei Colli Berici, l’attività di lavorazione della Pietra di Vicenza. La qualità dell’artigianato di questo settore ha saputo uscite dall’ambito locale affermandosi a livello internazionale.

Alcuni edifici e ville storiche

Chiesa vecchia parrocchiale dell’Annunciazione di Maria (XIV secolo)
Chiesa nuova parrocchiale (fine ‘800)
Villa Pedrina (parte del ‘500 e parte del ‘700)
Villa Barbaran (‘500 ma in decadenza)
Villa De Marchi Corà (‘500)

Colli Berici, Nanto illustrata

Le bellezze di Nanto (illustrazione di Valentina Montemezzi)

© illustrazione V. Montemezzi
Guarda le altre illustrazioni sui Colli Berici cliccando qui: Paesi dei Colli Berici
Iscriviti al sito dalla homepage e saprai subito quando viene pubblicato un nuovo articolo.
Colli Berici. Agriturismo Colli Berici. Agriturismi Colli Berici. Trattorie Colli Berici. Sentieri Colli Berici. Colli di Vicenza. I Colli di Vicenza. Cantine Colli Berici. Ristoranti Colli Berici.
Logo L'aziendina creativa

Condividi con i tuoi amici

    I commenti sono chiusi.