I sentieri dei Colli Berici: Sentiero n. 11 degli “scaranti” di Fimon

Sentieri dei Colli Berici: Segnavia 11

Nella valle dei Sette Mulini

Il punto di partenza di questo sentiero è a Fimon paese. Da qui si imbocca subito a strada che porta verso la fontana del paese (in direzione campo da calcio) seguendo poi la Via Valle dei Mulini.
Camminando lungo il torrentello Ferrara, verso la fine della valle, si incontrano, quasi tutti sulla sinistra, quelli che un tempo erano i vecchi nuclei edilizi che sorgevano attorno all’attività di un mulino. Mulini attivi fino a qualche decennio fa, mossi proprio dalla forza del Ferrara, che venivano contraddistinti dai soprannomi dati alle varie famiglie (Chinei, Bertòla, Gambetta, Cochi…).
La valle si restringe e si incontra una parete rocciosa in cui è stato creato un luogo dedicato alla Madonna di Lourdes, vicino ad un complesso di edifici dove un tempo esisteva il mulino Poli.
Seguendo la strada carreggiabile lungo il torrente, si giunge ad un altro edificio rustico, oggi riadattato, dove si trovava il primo dei 7 Mulini di Fimon, quello della Inda. Subito dopo si incontra un bivio, si prende la destra e si comincia a guadagnare quota. La via costeggia il monte e giunge di fronte a due case che rimangono sulla destra. Dopo circa 300 metri, si arriva ad un gruppo di case: prima del cortile si svolta a sinistra.

Valle dei molini vista dall'alto

Valle dei Molini vista dall’alto

La macina di uno dei 7 mulini di Fimon

La macina di uno dei 7 mulini di Fimon

Nell’antico borgo di Villa di Fimon

Il sentiero prosegue aggirando una valletta per sboccare in un’ampia area prativa giungendo in una contrada (Contrà Tezze). Attraversato il cortile si gira a sinistra e subito a destra, immettendosi i Via Villa.
Seguendo questa strada si giunge all’antico borgo di Villa di Fimon. Il borgo è tutto sviluppato attorno alla chiesetta di S.Rocco e alla piazza dove ci sono ancora i vecchi lavatoi e scendendo verso Fimon, l’antica Fontana della Villa.
Da qui si prende la Stradella degli Scaranti che sale passando per i Boschi delle Falde alzandosi verso la Dorsale dei Berici. Man mano che ci si alza di quota il paesaggio si apre e la vista può godere di un orizzonte sempre più ampio e piacevole.
L’ultimo tratto, più erto, conduce al punto più alto del percorso, sulla dorsale dei Berici).

Antico borgo di Villa di Fimon

L’antico borgo di Villa di Fimon

Fontana della Villa

Fontana della Villa

Verso Perarolo

Guadagnata la strada provinciale si prosegue quindi in direzione nord, verso Vicenza, per 600 metri, osservando sulla destra lo stupendo panorama dei valloni sottostanti (ammirando Villa di Fimon dall’alto) e vedendo più lontane le dorsali di Lapio e Villabalzana. Qui la vista sulla Valle di Fimon è ampia e mostra come la pianura si apre costeggiata dai colli.

Sentiero 11 degli scaranti di Fimon - Antica ruota del mulino Casarotto
Facendo attenzione sulla sinistra si prende una strada bianca, Via Montello. Superata una casa rustica si tiene ancora la sinistra inoltrandosi nel bosco.
La stradella è costeggiata da un vecchio muro a secco e prosegue sul crinale del monte da dove si intravede un’altra splendida pianura, quella di Brendola.
Dove si interrompe il muro a secco si prende a destra per giungere alla Contrà Righi. Tendendo la strada principale ci si ritrova di nuovo sulla Dorsale dei Berici e si gira a sinistra verso Perarolo.

La strada del Raposso

Si procede fino alla chiesa di Perarolo con il caratteristico campanile a base ottagonale: si tendono alla propria sinistra e si rende la stradina che conduce verso il cimitero.

Un tratto del sentiero a Perarolo

Un tratto del sentiero a Perarolo

Dal cimitero di Perarolo, si prosegue girando subito a sinistra per una stradina che fiancheggia una proprietà recintata. Tenendo sempre la sinistra si comincia a scendere la Strade dei Morti o del Raposso (chiamata così percé un tempo quando a Perarolo non c’era il cimitero, i morti venivano trasportati a spalle fino a Fimon e chi portava il feretro faceva una sosta per riposarsi, appoggiando la bara).
Il sentiero esce ad un certo punto sulla strada asfaltata per poi riprendere 80 metri oltre il tornante sulla destra, rientrando nel bosco e portando alla casa colonica dei Marani.

Valle di Fimon

Valle di Fimon

Continuando a scendere si incontra di nuovo la strada asfaltata che passa davanti alla Chiesa di Fimon con i suoi due campanili. Da qui si giunge al centro del paese e al punto di partenza.

Chiesa di Fimon

Chiesa di Fimon

Tempo di percorrenza: 4 ore
Punto di partenza: START
GPS: Scegliere sentiero 11
Mappa del sentiero
Sentiero 11 dei Colli Berici - degli scaranti di Fimon

Condividi con i tuoi amici

    I commenti sono chiusi.